Cristina Del Basso: “Sogno il matrimonio e una famiglia numerosa”

Cristina è reduce dalla sua seconda avventura nella Casa del Grande Fratello e la sua carriera procede a gonfie vele, con un film per la regia di Massimo Ceccherini, in uscita a settembre e la copertina di Playboy, su cui campeggia in tutta la sua esuberante sensualità. Per il futuro sogna di condurre un programma di cucina, ma soprattutto il matrimonio e una famiglia numerosa.L’ex gieffina, in un’intervista al settimanale Vero, spiega il motivo per cui ha deciso di tornare nella Casa del Grande Fratello:

Ero già stata al Grande Fratello, è un’esperienza molto forte. Non si va certo a lavorare in miniera, per carità, ma a livello psicologico non è un’esperienza facile. In questi tre anni sono cresciuta, sono proprio diventata donna. Mi sono chiesta, che faccio? E la risposta è stata, proviamoci.

Cristina parla dei suoi progetti lavorativi:

Ho un film che esce a settembre, La mia mamma suona il rock, per la regia di Massimo Ceccherini che con me sarà il protagonista. E’ appena uscita la mia copertina su Playboy e poi sto discutendo di progetti cinematografici.


Per il futuro professionale la Del Basso sogna di condurre un programma di cucina:

Sarebbe molto divertente, fantastico! Sono bravissima in cucina. E’ indispensabile che una donna sappia cucinare e tenere bene la casa. Mi piace coccolare il mio uomo, cucinare per lui, riuscire a renderlo felice.

In amore è un periodo sereno:

E’ un periodo sereno, anche se sono una persona molto difficile a livello sentimentale.

Cristina sogna il matrimonio e una famiglia numerosa:

Sogno il matrimonio e una famiglia da quando sono piccola.

Segnala su:
  • Facebook
  • Twitter
  • MySpace
  • Live
  • Google Bookmarks
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Segnalo
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Blogosphere
  • Print
  • PDF
  • email
  • RSS
  • Add to favorites
Commenti disabilitati

Cristina del Basso: “Giuliano? Andrà lontano”

COMO – Il comasco e la varesina nella casa del Grande Fratello? «Hanno entrambi la possibilità di andare lontano, anche se il reality è un terno al lotto». Parola di Cristina Del Basso, che poco più di un anno e mezzo fa si trovava al loro posto ed era diventata grande protagonista. Lunedì scorso, l’ex “gieffina” di Parè, nativa di Varese, era davanti al piccolo schermo e, al momento dell’ingresso dei concorrenti, non ha potuto non provare un pizzico di nostalgia. «È un po’ come vedere un ex fidanzato insieme ad un’altra: sarò sempre legata al Grande Fratello».
Cristina, il gigolò comasco ha fatto subito notizia e ha suscitato perplessità per il suo aspetto fisico…
È naturale: se fosse stato attraente non avrebbe dato adito a discussioni. Al contrario, ha fatto parlare di sé perché è l’opposto rispetto a quello che si pensa dovrebbe essere un gigolò. Ad ogni modo, non giudico la sua professione e dico che può arrivare lontano nel programma se avrà carattere, personalità e simpatia. La pura curiosità per il personaggio, infatti, dopo qualche settimana scompare.
E Margherita? Che impressione le ha fatto la speaker varesina?
Sembra energica, allegra e vivace, caratteristiche che apprezzo e che sono molto importanti nella casa. Anche se è ancora presto per fare pronostici: il reality, infatti, è un terno al lotto e, ad esempio, la stessa vivacità di un concorrente, pur essendo positiva, potrebbe creare delle situazioni e delle variabili difficili da prevedere.

L’altra sera, quando ha visto entrare Giuliano e Margherita, non ha provato un po’ di nostalgia?
Sì, perché anch’io ho varcato la porta rossa ed è stata un’esperienza che porterò sempre nel cuore. Se sono quello che sono adesso, lo devo al Grande Fratello. Per questo, per me è stato un po’ come vedere un mio ex fidanzato con un’altra. Anche se ormai il reality fa parte del passato e ho altri obiettivi, un pizzico di malinconia l’altra sera mi è venuta…


Secondo lei, il «Grande Fratello» avrà successo anche quest’anno?
Sì. A mio avviso, la produzione ha scelto un cast davvero variegato, caratterizzato da personaggi e storie “forti”. Credo che i concorrenti di quest’anno abbiano le carte in regola per conquistare il pubblico.

Articolo di Marco Castelli pubblicato su la provincia di como

Segnala su:
  • Facebook
  • Twitter
  • MySpace
  • Live
  • Google Bookmarks
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Segnalo
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Blogosphere
  • Print
  • PDF
  • email
  • RSS
  • Add to favorites

Intervista di Diva e Donne a Cristina Del Basso

La “Maggiorata del Grande Fratello 9” racconta il suo primo anno fuori dalla casa: “Non ho più la libertà di fare ciò che voglio, di uscire con un ragazzo. Ma sono felice: tutto ha un prezzo. “Ho avuto qualche flirt ma mi stufo facilmente e non voglio uomini stressanti”. 
Milano – Dicembre

“Non ho più una vita privata. Non riesco più a fare alcunché in anonimato, mi sembra di rivivere un altro Grande Fratello”. E’ il rovescio della medaglia per chi esce dalla Casa più ambita d’Italia. Come Cristina Del Basso, la maggiorata terza al GF9. “Se ho voglia di uscire a cena con un ragazzo, non lo posso fare”, confida l’ex gieffina reduce dall’esperienza come showgirl a Colorado. “Il giorno dopo inizierebbero a circolare le foto assieme alla voce che stiamo insieme, quando magari lui è semplicemente un amico. Non ho più la libertà di fare ciò che voglio. Se non si vuole essere giudicati in un certo modo, bisogna stare attenti alla propria condotta di vita, perché è facile essere fraintesi.


 Ma il gioco vale la candela?

“Si, sono felice di quello che faccio e voglio migliorarmi giorno per giorno. Logicamente tutto ha un prezzo da pagare e, se è questo, per me va Benissimo, lunico problema è per chi mi sta intorno, perché, quando sono in giro con me, non tutti hanno voglia di essere fermati ogni tre secondi da persone che mi chiedono foto e autografi. A me fa piacere, ma posso capire che non sia facile per chi è al mio fianco”.

 In percentuale la taglia di reggiseno quanto influisce sul suo successo? 

“L’80% all’inizio, ora il 50%. L’aspetto fisico conta come biglietto da visita, è come in una corsa automobilistica: se ti presenti in Ferrari, ti aprono le porte, ma poi bisogna dimostrare di saper guidare. Conta quanto riesci a restare in gara. Mi sviolino da sola, ma, se non possedessi simpatia e autoironia, non credo che sarei continuamente chiamata in tv per ospitate: di “involucri” ce ne sono tanti e anche di più belli del mio”. 

Proposte di lavoro, ospitate a parte? 

“Ne sto vagliando per cinema e fiction. Sono in un momento in cui mi chiedo che cosa voglio davvero fare. Sto per iniziare un corso di recitazione e presentazione”.

 Quanti flirt ha avuto dalla fine del GF? 

“Qualcuno, ma niente di serio… Ho un problema: mi stufo molto facilmente, non ho ancora trovato un uomo che sappia tenere le mie redini. Ne incontro uno, penso che sia quello della mia vita, poi un giorno mi sveglio e mi dico: “Mi sa di no”. Sono claustrofobica, sia a livello fisico, sia a livello mentale: non devo sentirmi chiusa, obbligata, con il fiato sul collo. Cerco chi mi faccia vivere serenamente. Ma quasi tutti gli uomini con me dopo un po’ diventano stressanti e oppressivi: cercano di tenermi sotto controllo e non c’è niente di più sbagliato. Finché mi lasci la libertà, stai sicuro che quella che poi torna a casa e ti cerca sono io”. 

In una relazione quanto conta il sesso? 

“Il 90%. Il sesso è l’elemento fondamentale in un rapporto, chi dice che non ne ha bisogno è un ipocrita: se non c’è intesa sessuale con il partner, purtroppo la si ricerca da un’altra parte. Io devo stare con una persona in grado di darmi tutto quello di cui ho bisogno,  a livello mentale e sessuale, altrimenti me ne sto da sola”. 

I suoi amici maschi… 

“…Non sono mai etero…”. 

È stata beccata con Davide Vallicelli del GF 10 e con l’ex tronista Giovanni Conversano. 

“Vallicelli me lo sono trovato come modello in un servizio fotografico, non ne sapevo il nome e non I’ho riconosciuto quando è entrato nella Casa… Mi è stato detto poi. Con Conversano era una cena con altre dieci personer: mi sono seduta vicino a lui perché al mio arrivo era l’unico posto libero. Non è il mio tipo di uomo”.

 Allora qual è? 

“Una persona fuori dagli schemi, che non sta neI gregge, neanche bella ma particolare, colta, che mi affascini per la genialità nelll affrontatre  la vita, che non si creda arrivata. Io sono così, mi reputo pazzoide: odio gli schemi e amo chi si fa scoprire giorno dopo giorno. Infatti mi capita di incontrare tutti pazzi. Per questo le mie storie sono finite…”. 

Marco Ronchetto

Segnala su:
  • Facebook
  • Twitter
  • MySpace
  • Live
  • Google Bookmarks
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Segnalo
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Blogosphere
  • Print
  • PDF
  • email
  • RSS
  • Add to favorites
Commenti disabilitati